UFFICIO GEOPOLITICO U.S.N.

Home » Posts tagged 'iran'

Tag Archives: iran

COSSIGA, OBAMA, PUTIN E ISRAELE IN UN INTERVISTA DEL 2009

russiausaisraeliranRileggendo le recentissime dichiarazioni di Netanyahu (fonte) contro l’accordo di Vienna sul nucleare iraniano. “Dicono che esso ha sventato una guerra. Non è vero: esso avvicina la guerra. E molti concordano con Israele nel vederne i pericoli. Fintanto che le sanzioni approvate dal Congresso Usa restano valide – ha aggiunto – l’Iran sarà costretto a fare concessioni a sua volta, e non potrà solo riceverne“, oltre che ad evidenziare le difficoltà di politica interna che il premier israeliano deve affrontare (la Knesset oggi discute una mozione di sfiducia al governo presentata da Campo Sionista (l’opposizione di centrosinistra) in protesta per la politica di Netanyahu sull’Iran), ci ha riportato con la mente ad un’intervista fatta a Francesco Cossiga in merito a Barack Obama, rilasciata al Giornale il 22 gennaio 2009 (fonte). All’interno dell’intervista ci hanno colpito particolarmente alcuni passaggi che oggi sono di estrema attualità. Ne riportiamo i passaggi più importanti.  (altro…)

AHMADINEJAD: IL POSSIBILE RITORNO CHE FA PAURA A ISRAELE E ALL’OCCIDENTE

ahm1Nel corso del prossimo anno avranno luogo in Iran le elezioni in cui i cittadini iraniani saranno chiamati a scegliere il capo del proprio governo. Questa scadenza elettorale è vista con una certa apprensione dai paesi occidentali, in quanto in un recente passato proprio tale nazione si è rivelata essere un ostacolo importante per gli Stati Uniti e per i propri alleati, europei e non. Il protagonista politico attraverso cui ha trovato concretezza questo atteggiamento di contrarietà nei confronti delle politiche atlantiste tendenti a stabilire un’egemonia finanziaria, politica e culturale finalizzata ad eliminare la possibilità dei singoli stati di esercitare la propria sovranità è Mahmoud Ahmadinejad, il quale, per tutta la durata del proprio mandato, ha messo in atto azioni volte alla conservazione dell’indipendenza nazionale attraverso l’assunzione di provvedimenti aventi come scopo quello del mantenimento e rafforzamento dell’identità in ogni sua possibile declinazione. (altro…)

GRANDE ISRAELE E NEO-OTTOMANESIMO PER IL CONTENIMENTO DELL’IRAN

Map 155-1.fh9-762449Da diverse settimane ci stiamo soffermando su quello che è lo scenario medio-orientale, territorio crocevia di gran parte dei corridoi energetici di Europa ed Asia, dove oltre ad una battaglia militare, si sta combattendo una guerra ben più ampia per il dominio di una delle zone centrali di potere globale. Il territorio che va dalla Libia fino al Pakistan è in continua destabilizzazione. In questa guerra, in questo preciso momento, il fattore prima “destabilizzante” e forse in un futuro non troppo lontano “stabilizzante” (almeno per gli interessi occidentali) è lo Stato Islamico. Ma la creazione artificiosa di questo Stato, attraverso il finanziamento di decine di migliaia di miliziani sunniti, bande tribali locali e gruppi di combattenti para-musulmani provenienti da molti stati dell’Occidente, ha subito un’evoluzione forse imprevista dai suoi creatori, evoluzione che col passare del tempo potrebbe diventare conveniente agli attori locali che solcano questo scenario. (altro…)

DAMASCO, TEHERAN, BEIRUT. ULTIME FERMATE PER LA NASCITA DEL MONDO MULTIPOLARE

syria-election-assadConsiderando i recenti avvenimenti in Medio Oriente, che vedo l’ENNESIMO INTERVENTO AMERICANO nello scacchiere iraqueno, non possiamo che ribadire la nostra amicizia e pieno supporto al Legittimo Governo Siriano del Presidente Bashar al-Assad, che lotta strenuamente ormai da diversi anni contro la marmaglia terroristica (chiamati ribelli dai nostri media asserviti ai mainstream anglosassoni), armati dall’Occidente e dall’Arabia Saudita (fucili e granate di fabbricazione israeliana sono stati trovati nel rifugio dei terroristi che attaccarono la periferia di Damasco). Consci che la legittima resistenza siriana è anche la nostra Battaglia, contro lo sporco danaro, la corruzione, l’occupazione straniera atlantista e il giogo coloniale culturale, politico ed economico israelo-americano al quale siamo sottomessi da più di 70 anni.  (altro…)