UFFICIO GEOPOLITICO U.S.N.

Home » OCCIDENTE

Category Archives: OCCIDENTE

IL GRANDE OCCIDENTE ATLANTICO E I SUOI ADEPTI

JRoctopusLa schizofrenica politica estera americana, che detta i tempi e i modus operandi al raffinato quanto barbaro strumento di morte e distruzione che si chiama Nato, sta per assegnare un nuovo ingrato compito alle truppe coloniali italiane. Le voci di un impiego in Libia di reparti del neo costituito COM.FO.S.E., dato quasi per certo alcune settimane fa, sembrano in queste ultime ore lasciare il passo ad un altro teatro operativo, non meno caldo e non meno virulento rispetto alla ex nazione più progredita del continente africano. (altro…)

LE LACRIME DEL COCCODRILLO BLAIR

Quando si parla di geopolitica e di rapporti di forza, noi non siamo tanto propensi e infarciti di spirito cristiano che perdona tutto e tutti in seguito ad un pentimento, e siamo radicalmente contrari alla logica del “porgi l’altra guancia”; lavarsi la coscienza è una pratica da vili, chi ha buon senso lo ha sempre e lo antepone a tutte le sue azioni, e non lo ritrova fintamente solo dopo che i cannoni hanno fatto le loro vittime. Come spesso accade sono i numeri a sottolineare le conseguenze delle azioni, soprattutto quando si tratta di guerra. Sono passati 5 anni dalla fine della guerra ufficiale in Iraq e 12 dal suo inizio voluto da George W. Bush. E’ Tony Blair questa volta a confessarsi sullo sbaglio della guerra in Iraq che comportò mezzo milioni di morti iracheni durante gli 8 anni di conflitto e altri 200.000 nei due anni seguenti (fonte).  (altro…)

COSSIGA, OBAMA, PUTIN E ISRAELE IN UN INTERVISTA DEL 2009

russiausaisraeliranRileggendo le recentissime dichiarazioni di Netanyahu (fonte) contro l’accordo di Vienna sul nucleare iraniano. “Dicono che esso ha sventato una guerra. Non è vero: esso avvicina la guerra. E molti concordano con Israele nel vederne i pericoli. Fintanto che le sanzioni approvate dal Congresso Usa restano valide – ha aggiunto – l’Iran sarà costretto a fare concessioni a sua volta, e non potrà solo riceverne“, oltre che ad evidenziare le difficoltà di politica interna che il premier israeliano deve affrontare (la Knesset oggi discute una mozione di sfiducia al governo presentata da Campo Sionista (l’opposizione di centrosinistra) in protesta per la politica di Netanyahu sull’Iran), ci ha riportato con la mente ad un’intervista fatta a Francesco Cossiga in merito a Barack Obama, rilasciata al Giornale il 22 gennaio 2009 (fonte). All’interno dell’intervista ci hanno colpito particolarmente alcuni passaggi che oggi sono di estrema attualità. Ne riportiamo i passaggi più importanti.  (altro…)

RIVOLUZIONI COLORATE. DEFINIZIONE ED EFFETTI

macedQuelle di Praga e Budapest furono tra le prime, la più recente risale invece a qualche giorno fa e sta continuando in Macedonia, sono le cosiddette “rivolte(o rivoluzioni) colorate”, insurrezioni non spontanee, eterodirette dall’estero (quasi sempre occidente) e spesso finanziate dal magnate George Soros, per sua stessa dichiarazione. La crisi ucraina, di cui abbiamo già parlato più volte nei nostri articoli, ne è l’esempio forse più lampante: blocchi di protesta popolare (finta e strumentalizzata) in rivolta contro un governo, reo di non essere allineato o particolarmente favorevole ai “dictat” occidentali/statunitensi. Stesso copione accade ora in Macedonia, nell’ex paese jugoslavo infatti, numerosi contestatori si sono radunati contro il governo per un non meglio precisato desiderio di libertà, pure l’UCK è impegnato in azioni di guerriglia, dovuta alla consistente popolazione albanese nella parte occidentale della piccola nazione balcanica.  (altro…)