UFFICIO GEOPOLITICO U.S.N.

Home » MEDITERRANEO

Category Archives: MEDITERRANEO

MISSIONI ITALIANE IN IRAQ E (FORSE) IN LIBIA. INTERVENTISMO O SUDDITANZA ?

guerra-1Nel luglio 2014 pubblicammo un articolo molto rappresentativo del nostro modo di concepire il ruolo italiano nello scacchiere globale, dal titolo: “Il ruolo geopolitico dell’Italia”. All’interno venivano descritte le naturali ambizioni storiche e contemporanee della nostra Nazione, oltre che i rapporti che ci legano a diversi paesi, europei ed extraeuropei. In questo momento di profonda crisi, sia economica che sociale oltre che valoriale/patriottica, per una parte degli analisti geopolitici, torna prepotentemente a farsi sentire la necessità italiana di acquisire nuovamente il proprio spazio nella geopolitica mondiale, in ambito dei nostri interessi e della sicurezza nazionale, che quasi sempre ovviamente coincidono. Il governo Renzi ha infatti, per la prima volta, discusso riguardo l’invio di contingenti militari in Libia, atti a ristabilire ordine e difendere le nostre priorità nel paese mediterraneo.
(altro…)

ISIS E IMMIGRAZIONE. I GOLEM DELL’INSTABILITA’ GEOPOLITICA

accoglienza-rifugiatiLo Stato Islamico è, in questo periodo, in una situazione quantomai fuori controllo. Analizziamo i vari teatri di guerra che riguardano Nordafrica e Medio Oriente. In Siria, l’avanzata dell’Isis resta stabile, nonostante le vittorie locali dell’Esercito Arabo Siriano, molte zone interne sono ancora sotto il controllo dei terroristi e Palmira è sotto distruzione. La Russia ha ribadito il suo sostegno, con piena fiducia, a Bashar Al-Assad, ed è stata avvistata il 20 agosto una nave da sbarco della Marina Russa, diretta verso la base di Lattakia in Siria, trasportante un carico di autocarri Kamaz e Gas66, carri che sono stati poi fotografati, per la prima volta in azione, durante l’offensiva dell’Esercito Siriano appunto nella provincia di Lattakia, iniziata il 23 agosto. (altro…)

COSSIGA, OBAMA, PUTIN E ISRAELE IN UN INTERVISTA DEL 2009

russiausaisraeliranRileggendo le recentissime dichiarazioni di Netanyahu (fonte) contro l’accordo di Vienna sul nucleare iraniano. “Dicono che esso ha sventato una guerra. Non è vero: esso avvicina la guerra. E molti concordano con Israele nel vederne i pericoli. Fintanto che le sanzioni approvate dal Congresso Usa restano valide – ha aggiunto – l’Iran sarà costretto a fare concessioni a sua volta, e non potrà solo riceverne“, oltre che ad evidenziare le difficoltà di politica interna che il premier israeliano deve affrontare (la Knesset oggi discute una mozione di sfiducia al governo presentata da Campo Sionista (l’opposizione di centrosinistra) in protesta per la politica di Netanyahu sull’Iran), ci ha riportato con la mente ad un’intervista fatta a Francesco Cossiga in merito a Barack Obama, rilasciata al Giornale il 22 gennaio 2009 (fonte). All’interno dell’intervista ci hanno colpito particolarmente alcuni passaggi che oggi sono di estrema attualità. Ne riportiamo i passaggi più importanti.  (altro…)

TRAGEDIA GRECA ULTIMO ATTO: IL BIVIO DI TSIPRAS

russgreeceIl popolo greco ha deciso. Con la schiacciante vittoria del NO (OXI al 61%) composta soprattutto da giovani, è chiaro che gli usurai di Bruxelles abbiano ricevuto un primo schiaffo in faccia e in particolare da parte di quelle nuove generazioni, che intendevano veicolare con la loro propaganda mediatica a disposizione verso un più consono e affaristico SÌ. Si apre così per il premier Tsipras un bivio sul filo del rasoio, e spetta solo a lui decidere se prendere in considerazione la volontà popolare, dimostrandosi coerente con sè stesso e con la decisione dla sua gente, oppure cedere al teatrino eurocrate, rinnegando così i suoi cittadini per finire relegato nell’oblio della Storia. (altro…)