UFFICIO GEOPOLITICO U.S.N.

Home » MEDIO ORIENTE

Category Archives: MEDIO ORIENTE

MISSIONI ITALIANE IN IRAQ E (FORSE) IN LIBIA. INTERVENTISMO O SUDDITANZA ?

guerra-1Nel luglio 2014 pubblicammo un articolo molto rappresentativo del nostro modo di concepire il ruolo italiano nello scacchiere globale, dal titolo: “Il ruolo geopolitico dell’Italia”. All’interno venivano descritte le naturali ambizioni storiche e contemporanee della nostra Nazione, oltre che i rapporti che ci legano a diversi paesi, europei ed extraeuropei. In questo momento di profonda crisi, sia economica che sociale oltre che valoriale/patriottica, per una parte degli analisti geopolitici, torna prepotentemente a farsi sentire la necessità italiana di acquisire nuovamente il proprio spazio nella geopolitica mondiale, in ambito dei nostri interessi e della sicurezza nazionale, che quasi sempre ovviamente coincidono. Il governo Renzi ha infatti, per la prima volta, discusso riguardo l’invio di contingenti militari in Libia, atti a ristabilire ordine e difendere le nostre priorità nel paese mediterraneo.
(altro…)

IL GRANDE OCCIDENTE ATLANTICO E I SUOI ADEPTI

JRoctopusLa schizofrenica politica estera americana, che detta i tempi e i modus operandi al raffinato quanto barbaro strumento di morte e distruzione che si chiama Nato, sta per assegnare un nuovo ingrato compito alle truppe coloniali italiane. Le voci di un impiego in Libia di reparti del neo costituito COM.FO.S.E., dato quasi per certo alcune settimane fa, sembrano in queste ultime ore lasciare il passo ad un altro teatro operativo, non meno caldo e non meno virulento rispetto alla ex nazione più progredita del continente africano. (altro…)

LE LACRIME DEL COCCODRILLO BLAIR

Quando si parla di geopolitica e di rapporti di forza, noi non siamo tanto propensi e infarciti di spirito cristiano che perdona tutto e tutti in seguito ad un pentimento, e siamo radicalmente contrari alla logica del “porgi l’altra guancia”; lavarsi la coscienza è una pratica da vili, chi ha buon senso lo ha sempre e lo antepone a tutte le sue azioni, e non lo ritrova fintamente solo dopo che i cannoni hanno fatto le loro vittime. Come spesso accade sono i numeri a sottolineare le conseguenze delle azioni, soprattutto quando si tratta di guerra. Sono passati 5 anni dalla fine della guerra ufficiale in Iraq e 12 dal suo inizio voluto da George W. Bush. E’ Tony Blair questa volta a confessarsi sullo sbaglio della guerra in Iraq che comportò mezzo milioni di morti iracheni durante gli 8 anni di conflitto e altri 200.000 nei due anni seguenti (fonte).  (altro…)

L’INTERVENTO RUSSO IN SIRIA: IPOTESI SU FUTURI SCENARI

 

Nelle ultime ore ci troviamo davanti ad uno degli eventi geopolitici più importanti degli ultimi anni: l’intervento Russo in Siria, richiesto formalmente dal governo siriano legittimamente in carica. Com’era prevedebile immaginare dagli schieramenti politici contrapposti, ossia Russia e Nato, si levano cori di accusa più o meno sinceri e più o meno supportati da dati certi, mentre i media occidentali stanno cominciando la loro opera di marketing disinformativo che almeno in una discreta parte dell’opinione pubblica ormai non fa più breccia. Cerchiamo, con le fonti a nostra disposizione ed un pò di buon senso, di elaborare un probabile scenario futuro per la Siria di Assad.

(altro…)